FIFA 20 INIZIATO CON EA ACCESS

Abbiamo provato qualche ora di gioco aprofittando delle ore dell’EA Access il nuovo FIFA20, in modalità ProClub.
Non è stato stravolto rispetto le vecchie edizioni ma per il primo anno le novità sono tante.
Iniziamo dal player building, la personalizzazione del proprio avatar:
Il gioco all’inizio da la possibilità di scegliere alcuni aspetti preimpostati, per velocizzare un po’ il tutto. Ovviamente poi questi possono essere stravolti.
Oltre le solite caratteristiche sono state introdotti lo stile della corsa del player, una decina di diverse scelte a disposizione e sono tornati i ruoli di ATD e ATS.
La prima cosa importante che salta all’occhio è l’aggiunta di 2 profili con un totale ora di 5 possibili personalizzazioni. Molto utile soprattutto per il player polivalenti che giocano in piu ruoli.
Il menu del prepartita appare solo rimordernizzato a primo impatto ma poi scegliendo il tipo di partita ecco altre 2 importanti novità: la prima è sicuramente la partita allenamento. La seconda riguarda le coppe:
non più piccoli trofei di 3 turni ma differenti modalità: senza regole, sopravvivenza e tiri da fuori. Potrebbe essere una piacevole alternativa nei periodi di pausa dai campionati e serate senza allenamento dei club.
Al via della partita altra bella sorpresa: la scelta maglia così come su FUT, questo farà evitare minuti inutili ai capitani per chiedere agli avversari il loro colore di maglia appunto.
Passiamo al gameplay. Come già da qualche anno accadeva nella demo il gioco è più lento e realistico, speriamo resista ai primi update.
Piacevoli le animazioni nuove, piacevole il rimbalzo della palla e anche il fatto che sembrerebbe realistica la fisica dei player: un attaccante veloce sembra più difficile da riprendere per un difensore lento che però sembra
non dover perdere poi nemmeno un contrasto di testa.
I passaggi sono cambiati leggermente, con palloni che se colpiti con poca potenza restano vicini al piede di chi da la palla risultando smorzatissimi “autoassist”. Questo può capitare anche su angoli e calci da fermo.
I tiri possono essere vere cannonate anche se difficile da valutare con profili ancora bassi. Il sistema nuovo delle punizioni sembra interessante potremmo vederne delle belle, così come i rigori calciati bassi che sembrano molto più realistici.
Altra novità presa da FUT: quando un player segna durante il calcio d’inizio per qualche secondo appare sul manto del campo l’indicazione con minuto e nome cognome del player.
Passiamo alle note dolenti. Abbiamo rilevato già alcuni bug da subito, il primo molto grave è probabilmente legato al modulo: con il 4321 a turno le ali d’attacco in caso di calcio d’inizio (anche dopo un gol subito) sono “inchiodate” sulla propria
bandierina del corner, senza possibilità di muoversi fino a che il pallone non sarà calciato.
Il secondo bug meno rilevante ma fastidioso è il numero di maglia che a volte cambia da solo casualmente. Con il 27 impostato il player ha giocato partite con 1 e 2.
La domanda ovvia è semplice: risolveranno questi bug o ce li porteremo fino alla fine come quello del trequartista nel 352 di fifa 19?
Ed ora…. BUON FIFA20 A TUTTI!

Please follow and like us:

0 Reviews

Write a Review

jep27pr

Fondatore di GDE, appassionato di eSports in particolare ProClub.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

GROUNDARENA INIZIA IL CAMPIONATO

Lun Ott 7 , 2019
Da oggi inizia il campionato di “Fantafifa” per eccellenza in Italia su XBOX. 30 team con 30 fantallenatori pronti a sfidarsi sul nuovo titolo di Fifa20 con le squadre che si sono costruiti in questo mese durante il quale si sono svolte trattative su trattative e le squadre assegnate inizialmente […]
Twitter
YouTube